BlockyCAD: modellazione 3D con il coding, ecco come

In questi ultimi anni si parla spesso di stampanti 3D e di utilizzi a scopo didattico. Ciò che risulta essere molto interessante eè anche la possibilità di programmare un apparecchio come la stampante 3D per farle compiere delle operazioni finalizzate alla moderazione vera e propria con uso di materiali e realizzazione di un manufatto finale. Esiste uno strumento on line che ci consente di creare mondi 3D attraverso la programmazione a mattoncini come sappiamo fare con scratch impostando le adeguate funzionalità. Ciò che molti non sanno è il fatto che le primitive grafiche che spesso si usano attraverso un programma di grafica 3D sono gestite attraverso dei particolari linguaggi di programmazione funzionale. Lisp è uno di questi ed è integrato in molti ambienti di grafica e CAD. A cosa serve? Semplicemente a specificare cosa si vuole disegnare mediante l’uso di comandi specifici e dati di input. Un esempio può essere quello di disegnare una sfera con centro in una determinata coordinata e raggio dato oppure disegnare un cubo o altre figure semplicemente fornendo i dati necessari. Anche il rendering della grafica spesso può essere affidato alla programmazione funzionale. Ciò risulta essere interessante soprattutto se si pensa che un codice così scritto può produrre anche altro codice come ad esempio quello che troviamo in un file di Autocad.

Con blockyCAD possiamo pensare di progettare qualsiasi oggetto 3D partendo dalle primitive grafiche.
Ecco un video introduttivo:

 

BlockyCAD è gratuito e può essere utilizzato direttamente on line a questo indirizzo:

https://www.blockscad3d.com

Buona continuazione!